Città che legge

Nel 2017 il Comune di Alessano ha ottenuto la qualifica di “Città che legge” grazie alla partecipazione ad un avviso pubblico promosso dal Centro per il libro e la lettura (Cepell), Istituto autonomo del Ministero per i beni e le attività culturali, creato per costituire un punto di riferimento per il mondo del libro in tutte le sue diverse e molteplici componenti.

I requisiti necessari per ottenere il titolo erano:

  • presenza di almeno una biblioteca di pubblica lettura e di almeno una libreria,
  • presenza di un festival o fiera o rassegna avente come obiettivo la promozione della lettura,
  • adesione ai progetti strategici di rilevanza nazionale, tra cui “Nati per leggere”, “In vitro”, “Il maggio dei libri”, “Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole”.

Il titolo, riconosciuto anche per il biennio 2018-2019, ha permesso al Comune di partecipare ai bandi del Cepell per la promozione della lettura: l’idea proposta da Corsano, Alessano e Presicce è risultata così vincitrice con il titolo “La grande fabbrica delle parole”, progetto classificatosi primo a livello nazionale nella categoria dei Comuni tra i 5.001 e i 15.000 abitanti.

torna all'inizio del contenuto